monitoraggio del territorio
A chi interessa?

La Mappa dei rifiuti abbandonati

Un nuovo strumento semplice e veloce per segnalare la presenza di rifiuti abbandonati sul territorio

La Mappa dell’Abbandono è un modo semplice e veloce per segnalare la presenza di rifiuti abbandonati sul territorio utilizzando le nuove tecnologie. La Mappa permette di inserire dati georeferenziati relativi a localizzazione, tipologia e quantità di rifiuti abbandonati rilevati sul territorio da Comuni, Province, Guardie Ecologiche Volontarie GEV, Forze dell'Ordine.

Il progetto “Insubria Pulizia Sconfinata”, nato per conoscere e contrastare il fenomeno dell’abbandono di rifiuti nel territorio della Provincia di Varese e del Canton Ticino, ha messo a punto un’azione particolarmente innovativa per aiutare le amministrazioni e gli enti territoriali ad affrontare il problema in modo efficace.

La Mappa dell'Abbandono è un sistema web-gis interattivo e disponibile on line per il monitoraggio delle aree degradate dall’abbandono di rifiuti.

La Mappa è un valido strumento di supporto alle decisioni, efficace per contrastare il fenomeno dell'abbandono di rifiuti in modo integrato sul territorio.

Il sistema sostituisce le modalità tradizionali di segnalazione via posta, telefono, fax e mail.

Vai al sito di Pulizia Sconfinanta

Essendo on line, la Mappa permette agli enti interessati di stare in rapporto fra loro e di condividere dati, informazioni, immagini e analisi, garantendo così la gestione di un flusso informativo corretto e rendendo possibile un maggior coordinamento delle loro attività e un’interazione in tempo reale.

Per queste sue caratteristiche, la Mappa porta le amministrazioni a un significativo risparmio nel corso del tempo, sia sui costi diretti dovuti allo smaltimento dei rifiuti e al ripristino dei luoghi, sia su quelli indiretti legati, per esempio, ai costi ambientali dell’inquinamento del suolo e delle acque e ai costi sociali legati alla riduzione dei flussi turistici (esternalità).

Implementata e testata per il territorio dell’intera Provincia di Varese e parte del Canton Ticino, la Mappa dell'Abbandono si presta a essere sviluppata su qualsiasi territorio e a qualsiasi scala.

 

Vantaggi offerti dall'uso del sistema della Mappa dell'Abbandono per le amministrazioni e gli enti preposti al controllo del territorio:

  • disponibilità di un database unico e georeferenziato (la Mappa) dei rifiuti abbandonati costantemente aggiornato;
  • creazione di una rete tra i diversi enti preposti al controllo del territorio che ne migliora il coordinamento anche su scala non locale (sistema multi utente);
  • possibilità di interazione con la Mappa sia attraverso internet sia mediante smartphone/tablet (sistema multi canale);
  • velocizzazione dell'iter amministrativo grazie alla gestione da parte del sistema dell'intero processo delle segnalazioni di abbandono dei rifiuti (validazione, aggiornamento, chiusura ovvero pulizia del luogo, reiterazione) e della integrazione con le modalità di accertamento amministrativo previste (quali il rapporto di segnalazione delle GEV);
  • sostituzione delle modalità tradizionali (via posta, fax, email, telefono) di segnalazione dei rifiuti abbandonati;
  • presenza più mirata degli organi di vigilanza sul territorio (grazie alle informazioni fornite dalla Mappa);
  • disponibilità di percorsi di formazione specifici per facilitare l'uso del sistema web-gis nelle amministrazioni (sono già stati erogati alle GEV della Provincia di Varese e a tecnici comunali e funzionari del Canton Ticino).
  • Inoltre la Mappa risponde alla richiesta del nuovo Programma Regionale di Gestione Rifiuti della Regione Lombardia di “agire in modo sistematico e integrato” per contrastare l’abbandono di rifiuti e il littering, e agisce nella direzione della semplificazione burocratica e della sempre maggiore informatizzazione della pubblica amministrazione.


Caratteristiche del sistema della Mappa dell'Abbandono:

  • facilità d'uso (il sistema è stato testato da tecnici comunali e personalizzato in modo specifico per le diverse tipologie di utenti);
  • semplicità di inserimento o aggiornamento di segnalazioni sulla Mappa (la localizzazione può avvenire sia direttamente sulla Mappa sia attraverso l'indirizzo o le coordinate geografiche);
  • possibilità di segnalare gli abbandoni in forma puntuale (piccoli abbandoni localizzati), areale (aree di abbandono diffuso) o lungo direttrici specifiche (strade, fiumi, ecc.);
  • visualizzazione delle segnalazioni di abbandono sia su ortofoto sia su carta fisica del territorio;
  • possibilità di associare fotografie alle segnalazioni;
  • possibilità di interrogare la Mappa secondo criteri spaziali/temporali, stato della segnalazione o tipologia dei rifiuti abbandonati;
  • produzione di report statistici relativamente a dati e serie storiche su tipologia dei rifiuti, stato delle segnalazioni, trend mensile delle segnalazioni suddivise per categorie di rifiuto, dimensione dei rifiuti, costi;
  • potenziale compatibilità con E015, la piattaforma digitale di Expo Milano 2015.


Una Mappa per chi?
La Mappa dell’Abbandono è un utile strumento di lavoro per:

  • Comuni, primi destinatari delle informazioni raccolte nella Mappa, perché a loro compete il controllo del territorio, la pulizia dei luoghi soggetti ad abbandono di rifiuti e il mantenimento del decoro urbano nelle zone soggette al fenomeno del littering. A oggi (luglio 2014) sono registrati nel sistema della Mappa dell’Abbandono 103 Comuni per la Provincia di Varese e 8 raggruppamenti comunali per la Repubblica e Cantone Ticino. Fino a marzo 2014 le segnalazioni inserite nella Mappa dai tecnici comunali sono state 112;
  • Guardie Ecologiche Volontarie (GEV), perché la Mappa è stata costruita per facilitare il loro importante compito di monitoraggio degli abbandoni di rifiuti sul territorio, fornendo un supporto dalle prime fasi di segnalazione fino alla chiusura e archiviazione. I rapporti di segnalazione in uscita dal sistema sono stati personalizzati secondo i format e le procedure interne di ogni gruppo GEV. I gruppi GEV che hanno aderito al progetto sono stati dotati di tablet e a oggi sono iscritte al sistema della Mappa 39 GEV che hanno inserito complessivamente 121 segnalazioni (dati a marzo 2014); 
  • Polizia Locale, perché anch’essa responsabile di monitorare e controllare il territorio, perseguire il reato di abbandono di rifiuti e punirne i colpevoli; la Mappa può quindi essere un prezioso strumento di ausilio e supporto all’operato della Polizia Locale, che, el contempo, può contribuire al suo costante aggiornamento ed evoluzione. Il progetto “Insubria Pulizia Sconfinata” ha avviato fin dalla sua ideazione una specifica collaborazione con la Polizia Provinciale di Varese;
  • Corpo Forestale, che, pur occupandosi soprattutto di discariche abusive - materia differente rispetto agli abbandoni di piccole-medie dimensioni e al littering su cui la Mappa si concentra -, può comunque avvalersi delle informazioni disponibili sulla Mappa al fine di individuare gli abbandoni di maggior entità e monitorarli nel tempo;
  • Agenzia del Turismo, perché il fenomeno dell’abbandono di rifiuti è strettamente correlato alla capacità di attrazione turistica e alla fruizione sostenibile del territorio. Il progetto “Insubria Pulizia Sconfinata” ha attivato una proficua collaborazione con l’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese.


Azione di progetto realizzata da:
Ars Ambiente Srl, Provincia di Varese - Macrosettore Ambiente, Repubblica e Cantone Ticino. Dipartimento del Territorio. Ufficio della gestione dei rifiuti, Terraria Srl
leggi

1° Rapporto del progetto "Insubria - Pulizia Sconfinata": dati di contesto in tema di rifiuti riferiti ai territori della Provincia di Varese e del Canton Ticino; gli esiti dei questionari e delle interviste ai primi Comuni coinvolti nel progetto.

Scarica

2° Rapporto del progetto "Insubria - Pulizia Sconfinata": le azioni di progetto, la Mappa dell’Abbandono, i soggetti coinvolti, i possibili sviluppi.

Scarica

Manuale dell’utente per l’inserimento delle segnalazioni nella Mappa dell’Abbandono

Scarica

L'articolo legislativo di riferimento per le competenze comunali sull'abbandono dei rifiuti (articolo 192 del D. Lgs 152/2006)

Scarica

Sezione 1 del Piano Regionale Gestione dei Rifiuti (PRGR) della Regione Lombardia: l'obiettivo di Piano IG6 contro gli illeciti (pagg. 405-406) con le azioni e gli strumenti correlati (pag. 411), il paragrafo dedicato all'abbandono dei rifiuti e al littering (par 11.3.3 pagg. 424-431)

Scarica

L’introduzione del libro “L’abbandono rifiuti e il littering: strumenti per conoscere il fenomeno e contrastarlo”, di G. Ghiringhelli

Scarica

“Insubria Pulizia Sconfinata “presentato a Ecomondo 16a Fiera internazionale del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile (2012).

Scarica

“Insubria Pulizia Sconfinata” sulla rivista GSA – Igiene Urbana (2013)

Scarica

“Insubria Pulizia Sconfinata” presentato alla Conferenza Nazionale ASITA (2012)

Scarica